domenica 27 gennaio 2008

27 Gennaio 1945

Oggi ho solo voglia di non dimenticare.
Non dimenticare l'abominio della mente umana.
Oggi tra i miei tatuaggi, immagino un numero sul braccio sinistro, che pulsa, che grida di dolore e rabbia.
Oggi indosso un triangolo rosa, marrone, rosso, nero, indaco. Una stella di David gialla è appuntata sul mio petto.
Ma l'uomo non impara dai propri errori. E oggi come allora, assistiamo inermi ad altri campi. Appuntiamo mentalmente altri triangoli al petto di altri fratelli, di altre sorelle. Commemoriamo gli esseri (non mi viene altro termine) che promulgarono le leggi razziali definendoli statisti.
Figlio mio, quando sarai grande ti racconterò quello che appartenenti alla la tua, alla mia, la nostra razza fecero tanti anni fa. Te lo racconterò per aiutarti a capire e a fare le giuste scelte. Per aiutarti a capire che l'odio non porta mai a nulla, che tutti gli uomini sono, devono essere gli stessi ai tuoi occhi. E se tu lo capirai, io mi sentirò sollevato perché tu, figlio mio, non apparterrai a loro, le uniche persone che occorre davvero odiare.

« Mai dimenticherò quella notte, la prima notte nel campo, che ha fatto della mia vita una lunga notte e per sette volte sprangata.
Mai dimenticherò quel fumo.
Mai dimenticherò i piccoli volti dei bambini di cui avevo visto i corpi trasformarsi in volute di fumo sotto un cielo muto.
Mai dimenticherò quelle fiamme che bruciarono per sempre la mia Fede.
Mai dimenticherò quel silenzio notturno che mi ha tolto per l’eternità il desiderio di vivere.
Mai dimenticherò quegli istanti che assassinarono il mio Dio e la mia anima, e i miei sogni, che presero il volto del deserto.
Mai dimenticherò tutto ciò, anche se fossi condannato a vivere quanto Dio stesso. Mai. »

(Elie Wiesel, tratto da La notte. Wiesel fu rinchiuso ad Auschwitz all'età di 16 anni)

11 commenti:

Ross ha detto...

Oggi siamo in tanti a sforzarci di non dimenticare. Ho visto tante immagini, letto tante parole e provato tante emozioni. E' bello vedere che ognuno cerca di fare la propria parte, meglio che può.
Grazie.

Kniendich ha detto...

Un articolo sul Sole 24 di oggi, spiega come i musulmani abbiano recepito il messaggio Hitleriano "positivamente" rivolgendolo verso l'Occidente, addirittura ritenendo (data la grande infiltrazione sociale di ebrei in occidente..) che Allah abbia aiutato Hitler a fare ciò che ha fatto...

Credo che oltre al ricordo doveroso di questo, ci si dovrebbe anche un pò di più guardarsi intorno e magari anche limitare una smodata integrazione araba nella nostra cultura...
Ce ne accorgeremo....

Ogni commento oggi è una piccola pietra sulle tombe di questi poveri morti...

MasterMax ha detto...

@Ross: grazie.

@Kniendich: Il tempo passa, ma gli errori rimangono. Non farlo amico mio, per favore non farlo. Non commemorare i morti appuntando altri triangoli sul petto di altri fratelli.

Maria Rita ha detto...

...passa dalle mie parti... c'è un regalino per te!

S.B. ha detto...

Ricordiamo tutti insieme

Regina Madry ha detto...

Profonda tristezza! non solo per quella fede e quella gioia morte per sempre, ma anche per l'incapacità, dimostrata ogni giorno, di non ripetere le stesse atrocità. L'uomo è un animale troppo stupido per imparare davvero. :-(

Suysan ha detto...

Tramandiamo ai nostri figli queste emozioni....saremo sicuri che ci sarà sempre qualcuno che non dimenticherà
Un abbraccio

JANAS ha detto...

matermax... il tuo post, mi ha fatto venire gli occhi lucidi! sei tornato alla grande!! certe sbronze evidentemente fanno bene!! Scherzo e lo sai!
per quello che hai scritto ti voglio già un gran bene perchè allora vuol dire che non siamo così pochi a pensarla così e questo mi riporta ad aver più fiducia sull'umanità!!
:)

MasterMax ha detto...

@Maria Rita: Fatto... grazie ;)

@S.B.: si, e per fortuna ho visto che molti lo hanno fatto.

@Regina: Assolutamente d'accordo mia Regina...

@Syusan: Esatto Suy, aiutiamo i nostri figli a capire i veri valori.

@Janas: Grazie a te per essere così!

scrittricexcaso ha detto...

dimenticare è un reato,non spiegare a chi non c'era o meglio chi è venuto al mondo da poco e non ha vissuto i racconti del dopo guerra ,le paure è altrettanto ignobile dobbiamo non dimenticare ed andare avanti sui giusti bianri...ma non mi sembra che l'umanità attualmente abbia imparato molto...pensare alle guerre bosniche,etniche...

desaparecida ha detto...

fantastico sei tornato alla grande...sono felice!