domenica 30 settembre 2007

La doccia nella vecchia fattoria

Durante la settimana, la doccia per me è semplicemente uno dei processi della catena di montaggio che consentono al mio corpo di passare dallo stato di morte apparente che assumo durante il sonno, allo stato di semi incoscienza con la quale mi trascino fumando verso il box auto. Stato che per mia fortuna va via via dissipandosi nel momento in cui infilo il casco e i guanti prima di salire in moto. Il sabato è ovviamente il giorno da dedicare alle faccende da sbrigare: la spesa, le scarpe da comprare alla piccola peste, le bollette da pagare, il salto al Castorama per comprare questo o quello, eccetera, eccetera. Poi, inaspettata arriva lei, la signora di tutti i giorni: la domenica. In quel giorno speciale, la linea di produzione è ferma e per una volta è il cervello a svegliare tutti gli altri organi (e non i reni come accade nel resto della settimana). La mia compagna di vita sa che se c'è una cosa che adoro fare è dormire con la radio accesa e così alle 08:01, quando Lorenzo inizia a reclamare a gran voce la sua colazione al grido di latte! latte! Mamma sveglia! la sento darmi un bacio prima di alzarsi e dirigersi, chiudendo la porta della camera da letto, verso la cucina con il piccolo braveheart al seguito. Io rimango giacente lì, in uno stato di sonno cosciente ad ascoltare musica fino al momento in cui, ormai sazio, decido di rimettere i piedi per terra. Un lungo e rumoroso sbadiglio degno di un orso che si ridesta dal letargo avverte i coinquilini del mio risveglio. Un rapido passaggio dal bagno per consentire al guerriero di tornare nello stato di quiete e quindi dalla cucina, per carpire un bacio dalla splendida donna che già da qualche ora è indaffarata a sistemare i bagordi della sera prima. In attesa che il caffè spanda i suoi aromi per la casa e si palesi magicamente trasportato dalla mia geisha, mi siedo sulla poltrona in pelle nera della mia scrivania, recente acquisto della scuderia, per un rapido sguardo alla blogosfera. Un commento qui, una risata lì e il momento delle abluzioni è finalmente arrivato. Trovo il piccolo uomo nella vasca intento a simulare un motore fuoribordo spernacchiando l'acqua del bagnetto. Una risata, una carezza ed entro nel box doccia dove l'acqua calda questa volta non serve a riattivare le sinapsi, ma solo a coccolare me stesso. La piccola peste intanto canta iaaa, iaaa, ooohh e decido di unirmi volentieri al coro. Così, tra uno shampoo e un'accurata strigliatura di ascelle e pudenda, il bagno viene inondato dagli animali dello zio Tobia: il cavallo, il cane, la mucca e l'asinello da me nominati vengono seguiti dal regolare verso emesso dal piccolo uomo in infusione. Esco, mi avvolgo nel telo da bagno e mi dirigo verso lo specchio per espletare quella biblica condanna che affligge noi uomini: la barba. Sì perché se le donne hanno le loro cose, noi maschietti abbiamo la rasatura. L'unica differenza è che quando abbiamo la peluria incolta per pigrizia o come nel mio caso, semplicemente per recuperare qualche minuto di sonno al mattino, non possiamo addurre scuse da sindrome prerasatura. A volte non so se preferirei avere le mie cose: d'altronde stando alle pubblicità al gentil sesso basta un bell'assorbente alato e via giù con il paracadute prima di accompagnare i figli a scuola. Lorenzo assiste divertito alla scena del mio volto che viene riempito di soffice schiuma bianca dal pennello e quindi al rasoio che asporta via l'odiosa escrescenza tricotica. Poi la crema dopobarba, il gel sui capelli, il deodorante per l'ascella perché va bene essere maschi unti e muscolosi, ma l'ascellazza puzzosa mi sembra eccessiva, e sul mio volto riappare lo sguardo sereno di un tempo.
Mi dirigo verso la cucina per preparare il pranzo: oggi vista la fredda giornata una polenta e sugo sembra l'ideale. Mescolo gli aromi alla carne e dopo la sua tostatura nella cipolla, aggiungo un po di buon vino rosso e di quel meraviglioso prodotto del sole siciliano chiamato estratto di pomodoro del quale ogni anno non dimentico mai di portare con me una piccola scorta. Lorenzo mangia in soggiorno davanti i cartoni, noi ci concediamo un tête-à-tête in cucina. Al termine caffè con uno schizzo di sambuca e quindi come un vecchio leone mi adagio sul divano, pronto a concedermi la meritata pennica. Scelgo il programma adatto su sky che non abbia nulla a che fare con l'odiato calcio ovviamente. Trovo un programma sui costruttori di motociclette che mi sembra ideale. La piccola peste è nella sua stanza a giocare. Al mio risveglio un innaturale silenzio avvolge la casa, segno che il guerriero è a riposo. Preparo un tè da sorbire in attesa della ripresa delle ostilità. Mi seggo al computer e scrivo un post su questa domenica che sta lentamente volgendo al termine. Mia moglie è serenamente sdraiata sul divano davanti il televisore: è il suo turno. Se dovessi ricordare un bel giorno credo che quello di oggi entrerebbe di diritto nelle nomination. Ieri io e la mia amante, donna, compagna di vita abbiamo compiuto otto anni di matrimonio. Otto anni che a me sembrano otto giorni dove il tempo è scivolato via come gli orologi di Dalì. Otto anni in cui l'ho vista divenire sempre più bella, più donna. Vorrei che lo stesso copione di oggi andasse in scena più spesso, ma so che non è possibile. L'unica cosa che posso fare è conservarne il ricordo, per sempre.

[Foto]: Persistenza della memoria, Salvator Dalì 1931. Museum of Modern Art New York

31 commenti:

Suysan ha detto...

Auguri per gli otto anni e complimenti siete proprio una bella famiglia..........

Kniendich ha detto...

Belle le domeniche passate così... soprattutto senza calcio...

Auguri per gli otto anni... io al momento ti sto dietro con 7....

Ciao Master...

gryphius ha detto...

Se avessi la certezza che il matrimonio fosse così tutti i giorni mi sposerei in questo momento.
Davvero un bel post, avevo bisogno di leggere qualcosa di così rilassante.
Buona domenica, buon anniversario e un abbraccio al rompollo

MasterMax ha detto...

@Suysan: grazie, anche la tua non scherza però: visto il recente anniversario può essere un riferimento ;)

@Kniendich: come diceva qualcuno qualche tempo fa ti dà una carica uhm uhm...

@gryphius: Mi spiace deluderti, ma no il matrimonio non è sempre così. Ci sono anche le litigate, i momenti in cui il rampollo farebbe perdere la pazienza anche a Ghandi in persona, la stanchezza, ma è il prezzo che la vita chiede per giornate come queste però questo prezzo lo pago sempre volentieri.
Un caro saluto.

Anathea ha detto...

Tanti tanti auguri!
E' un messaggio speciale che spero venga apprezzato come merita! :)

Un abbraccio
Anathea che tra l'altro adora Dalì!

Sergio ha detto...

Beh, è un po' la vita di tutti i giorni di moltissime persone, ma tu ne hai saputo fare un quadretto delizioso e rasserenante. Particolarmente dolce e delicato l'amore per la tua sposa e per il piccolo. Se il mondo si rendesse conto che questi sono i veri VIP e non certi melensi personaggi...
Comunque grazie per la tua visita e se vorrai linkarmi ne sarò onorato.
Bravo Max. Leggerti mi ha fatto sorridere e mi ha aperto il cuore.

Il Mari ha detto...

Devo essere sincero!
hai tutta la mia invidia.
Non prenderla con cattiveri, ma nel senso che a mio parere hai una bella famiglia.
Mi unico al coro di auguri per i vostri otto anni di matrimonio ve ne auguro infiniti.
Buona settimana.

giuliana ha detto...

auguri! e mille di queste domeniche :)

Ross ha detto...

Sai Max, sei una di quelle persone, sempre più rare, che sanno apprezzare il valore di una giornata come questa, trascorsa molto serenamente insieme a chi si ama, senza la pretesa di fare a tutti i costi qualcosa di straordinario, di impressionante, di sensazionale.
Sai descrivere un momento così con grande semplicità e naturalezza. Quando parli della tua famiglia poi, le tue parole si riempiono di una dolcezza e una tenerezza incredibili. Sei speciale Max, davvero.

Auguri per il vostro anniversario e un saluto pieno d'ammirazione a tutta la tua splendida famiglia.
Ross

S.B. ha detto...

Auguri ! :-)

lei ha detto...

E lo dici così? Senza preavviso? L'avessi saputo prima ti avrei preparato un degno augurio telematico, ma ora mi prendi alla sprovvista ;-)
Dì la verità... t'ha ispirato la nostra storia della doccia eh? ihhihihi :-D
buona settimana e buon nuovo anno insieme!

J.Cole ha detto...

Tantissimi auguri!
Un bel post, una bella domenica e una meravigliosa famiglia.
ps: buonaaaaa la polenta!!!:)

Regina Madry ha detto...

:-))
Auguri per tanti altri anniversari come questo!
(l'amore intenerisce sempre una vecchia zia come me ;-)

Lula ha detto...

wow! più che un matrimonio... un patrimonio!! :-)
vieni ad ascoltare un disco nuovo, ci arrivi dall'altro mio blog oppure da www.medialunatango.com e poi fammi sapere cosa ne pensi , ci tengo!

MasterMax ha detto...

@Anathea: Grazie stellina. Personalmente non amo tutta la produzione di Dalì, ma questo quadro mi ha sempre affascinato.

@Sergio: si, la vita forse sarebbe più semplice se potessimo imparare a godere delle piccole cose.

@Mari: cerchiamo di fare quel che si può ;) Ma grazie davvero. Spero solo che tra qualche anno non finisca tipo la guerra dei roses ahaha

@Giuliana: Grazie ;)

@Ross: più che speciale molto pigra ahaha, scherzi a parte, grazie per le tue parole, ma così rischi di farmi commuovere e gli orsi non piangono ;)

@sb: gaçias!

@lei: a dire la verità, il post l'ho partorito proprio mentre cantavo con mio figlio sotto la doccia. Però chissà, forse il tuo post mi aveva messo il tarlo nel cervello. Povero, visto il vuoto spinto che regna li dentro sarà morto di solitudine ahaha. Grazie per gli auguri mia cara.

@j.cole: buonissimaaaa, con il sugo che faccio io poi... non ti dico!!!

@Regina: Stellina, guarda che abbiamo la stessa età: a chi hai detto vecchio? ahahah Vorrei tanto una zia come te!!

@Lula: si, lo penso anch'io! Vado subito ad ascoltarlo e ti dico ;)

pOpale ha detto...

Auguri in ritardo. Anche noi abbiamo festeggiato le otto lune.
Questo tipo di domeniche sono bellissime :)

koala ha detto...

Io, che ho alle spalle il doppio e sto andando per i 17 anni concordo sul fatto che se hai trovato la tua meta', hai raggiunto il tuo equilibrio.
Auguri per l'anniversario e un bacione al Braveheart.
Linkami pure .

koala

LA CONIGLIA ha detto...

hai scritto un post che mi ha veramente scaldato il cuore...bello bello bello. E ovviamente tanti auguri :)

nomame ha detto...

finalmente un esempio da imitare ,fammi un favore candidati per qualsiasi cosa avrai il mio voto insieme ai miei sinceri auguri a tutta la famigliola

MasterMax ha detto...

@pOpale: grazie. Sapevo che anche tu eri un estimatore della pigrizia ;)

@koala: però 17... mica male. I complimenti devo farli a te!

@coniglia: il tuo commento ha fatto lo stesso con il mio ;)

@noname: ahaha, e a cosa dovrei candidarmi? Se non fossi così pigro al massimo potrei aspirare alla carica di amministratore di condominio. Comunque grazie per la fiducia!

Sergio ha detto...

Caro Max, leggo ora sul blog di Sillaba http://sillaba.blog.tiscali.it/
un interessante notizia che riguarda la strage del Cessna.
Le schifezze che avvengono in Italia non cesseranno mai di stupirmi!

#Capitano ha detto...

Chi potrebbe dire che tu non sia felice?

Ti invidio -ma è un'invidia buona-. E spero un giorno di poter raccontare momenti come questo tuo...

BUENA VIDA

Angie ha detto...

Sei un Uomo fortunato..
:-D

MasterMax ha detto...

@Sergio: Ho letto l'articolo. Non conoscevo la notizia, ma non mi stupisce. Conosco l'ambiente militare e i loro atteggiamenti, è uno dei motivi per il quale ho lasciato (a malincuore) la Marina.

@Capitano: Te lo auguro, ma non è fortuna è impegno costante e taaaaaaaanta pazienza per gli altri 364 giorni ;)

@Angie: preferisco pensare di aver trovato una dimensione.

Peppe ha detto...

Cavolo Max... come riesci a desrivere tu queste bellissime giornate nelle quali mi rivedo così tanto... uhm... tanto... vabbè, a parte la barba... e l'estratto... e il caffè sambucato e la moglie..e.ilbimboeilnonvedereilpalermointveilblog... ahhhhhhhhhh
Ok, ok... comunque la sensazione a fine giornata è la stessa, anche se facciamo cose totalmente diverse... :P

Auguri per gli 8!

Mimmo ha detto...

bhe ...congratulazioni.
complimenti.
Auguri.
...ma non per l'anniversario...ma per la tua vita domenicale da svacco totale: impareggiabile resoconto! :)

ps:...ok..ok...gli auguroni te li faccio volentieri! Bello il pensiero alla tua compagna di vita...ma...li legge i tuoi post????!!!! ;)

Elle ha detto...

Rieccomi qui! Leggendo questo post mi hai fatto rilassare e trascorrere con voi la domenica. Auguri per il vostro anniversario.
Però la prossima ci inviti anche a pranzo :))
Bacione

Sergio ha detto...

x Max. Ullallà, grazie! 73-51 anche a te! Perfetto, perfetto.

MasterMax ha detto...

@peppe: l'importante alla fine è solo lo svacco, lo sai!!

@mimmo: certo che li legge, la mia compagna è la mia prima e affezionata fan ;)

@elle: Non sai il piacere che mi farebbe avervi tutti al mio desco!

@sergio: ^__^ ricordavo bene allora!

Anonimo ha detto...

leggere l'intero blog, pretty good

Anonimo ha detto...

molto intiresno, grazie