mercoledì 18 luglio 2007

E saranno cinque...

Sabato mattina farò il mio quinto tatuaggio. E lo faremo assieme io e la mia dolce compagna di vita (termine che apprezzo molto più dell'ormai inflazionato moglie).
Stesso giorno, stesso simbolo, stesso posto.
Quinto tatuaggio, quarta vita. Le immagini corrono più veloci di me.
Mi sembra passato un secolo dal primo, fatto a diciotto anni in un garage.

13 commenti:

Ross ha detto...

I tatuaggi non mi piacciono, soprattutto se sono molto grossi. Però è interessante legarli a persone o momenti particolari della vita. E anche parecchio romantico, lo ammetto.
Ehi, non starò iniziando a pensar bene dei tatuaggi, vero? ;)
Cosa significa quello nell'immagine? E' in sanscrito?

Ciao

Marlene ha detto...

io ne ho solo tre ... e credo che rimarrano quelli. l'ultimo che mi sono regalata mi ha fatto soffrire un bel po'! sto diventando vecchia...

MasterMax ha detto...

@ross: Complimenti per l'occhio. Si, è sanscrito ed è la translitterazione del nome di mio figlio Lorenzo e la sua data di nascita.

@marlene: tre... mica male... l'importante è che siamo dispari!

#Capitano ha detto...

Mi piacciono i tatuaggi, purchè siano neri, piccoli e nascosti. Ancora la mia pelle è vergine, ma dubito che sarà così ancora a lungo...

Grazie per essere passato sulla mia isola: sappi che è uno spazio aperto a chiunque voglia perdersi in un sogno, chiacchierare, bere del buon vino o fumare un sigaro in silenzio. Se l'hai trovata una volta saprai come tornarci... la spiaggia ricorderà i tuoi passi...

BUENA VIDA

Ross ha detto...

Bel nome Lorenzo!

rb ha detto...

Ciao Max! Concordo con ross, ottima scelta per il nome!... Appena ho un po' di tempo mi cimento con qualche "pezzo" palermitano, per ora salvo il tuo blog tra i preferiti, così non rischio di perdere la ricetta!
Ciao e buon fine settimana!

MasterMax ha detto...

@capitano: i miei tatuaggi sono rigorosamente composti solo dal nero. Gli altri, seppur bellissimi, sembrano più fumetti che tattoo ;)

@ross: Lo ha sognato mia moglie quando ancora non era neanche incinta, e chi siamo noi per opporci ad un sogno?

@sb: Il tuo l'ho già annotato! Se vuoi un aiuto per i pezzi fammi sapere!

Anathea ha detto...

Mi piacciono molto, ma non ho mai trovato il coraggio per farli. E' quella solita storia del: e se li vuoi togliere? Che fai?!
Per ora mi tengo quelli temporanei, di tanto in tanto, magari in estate...

Per il resto, c'è sempre tempo.

Buona serata
A.

MasterMax ha detto...

Un tatuaggio è una scelta che va ponderata a lungo. Ciascuno dei miei tatuaggi mi ricorda un momento particolare della mia vita e mi piacerà, quando sarò vecchio, ricordarli guardando quelle immagini un pò scolorite.

lei ha detto...

io non ne ho nemmeno uno... mi fa troppa paura il pensiero di un ago che fa l'amore con la mia pelle! :-)

Anonimo ha detto...

il tatuaggio non è altro che una mutilazione di se stessi.
Esteticamente poi sono tutti orribili paragonati alla perfezione del corpo umano.

Anonimo ha detto...

Ciao MasterMax..lo so ke è un post un pò vecchio..però volevo kiederti dome hai fatto a tradurre in sanscrito il nome e la data..vorrei fare anche io un tatuaggio in sanscrito, ma non so dove e da ki farmi tradurre..spero ke mi risponderai..ciao ;)

MasterMax ha detto...

Ciao Anonimo,
il sanscrito si basa sulla fonia della pro nuncia, quindi occorre per prima cosa translitterare secondo fonemi la parola o la frase che vuoi tradurre, altrimenti rischi di tatuarti qualcosa che pensi voglia dire "amore" e invece vuol dire "elefente"!
Per la traduzione mi sono affidato a questo professore indiano molto bravo http://freetranslationblog.blogspot.com/ che effettua traduzione dall'inglese a varie lingue di radice indiana (devengari, sanscrito, etc.). Ricordati di fargli una piccola donazione.
Spero di esserti stato d'aiuto.
Ciao,
MM